Quali trattamenti contro la lombalgia cronica?

 

Quella relativa al dolore alla schiena è una delle condizioni più accusate dalla popolazione mondiale. Alcuni dati, relativi in maniera specifica all’occidente, lasciano pensare che questo tipo di patologia sia accentuata da comportamenti poco consoni che il paziente medio tende ad assecondare. Il dato relativo alla percentuale di popolazione che subisce l’influenza di questo problema conta anche di un discreto numero di persone che quotidianamente tendono ad assumere posizioni poco corrette durante le ore di lavoro e a condividerle per parecchio tempo durante tutta la giornata. Si tratta di un problema specifico in questo senso, in quanto con questo tipo di comportamenti lo sviluppo di condizioni come il dolore alla schiena, o lombalgia, diventano croniche.

La lombalgia cronica non è altro che il perpetuarsi di una condizione di dolore nella zona lombare della schiena che tende a prolungarsi per un periodo di tempo variabile che può arrivare fino a 6 mesi. Ovviamente, questa patologia può assumere caratteri ben più gravi se il paziente la ignora per tempi troppo lunghi. Nello studio di questo tipo di problema non può non essere considerato quello che è l’impatto effettivo della lombalgia cronica sulle attività quotidiane di un individuo. A questo riguardo si fanno avanti numeri piuttosto preoccupanti sulla capacità della lombalgia cronica di incidere sull’economia di una città o di un intero paese. Proprio per questo motivo il paziente che segnala tutti i sintomi che possono essere ricondotti a tale malattia deve potersi garantire un trattamento in grado di risolvere in maniera quasi permanente il problema.

Come trattare la lombalgia cronica?

 

Il paziente che si è sottoposto ad una serie di esami diagnostici per valutare la possibile presenza di lombalgia cronica deve successivamente valutare il grado di utilità di tutti i possibili interventi per il trattamento di questo tipo di problema. Per questo motivo gli esperti vanno solitamente ad approfondire in maniera piuttosto marcata le condizioni che possono essere legate alla lombalgia cronica. Quando si parla di pazienti affetti da questo tipo di problema, infatti, non si può non fare riferimento a quelle che sono le diverse sfere che possono andare a coinvolgere anche la tenuta psicologica del paziente stesso.

Esiste, a questo riguardo, una specifica strategia di intervento che viene sviluppata in differenti fasi. La fase iniziale di questo piano strategico è quella che considera e favorisce l’utilizzo di prodotti farmacologici che possano contribuire ad alleviare un dolore che, nell’arco della giornata, può diventare anche piuttosto evidente. Questa fase si sviluppa a partire da un’adeguata diagnosi utile soprattutto per valutare l’entità del problema.

Consigliare un trattamento farmacologico quando la lombalgia cronica è agli esordi, infatti, può essere controproducente. Quando questo tipo di problema si presenta in maniera meno evidente, infatti, gli esperti tendono a consigliare un intervento di tipo conservativo, che consenta un buon recupero delle funzionalità della zona trattata senza alcuna invasività. Soprattutto per evitare un futuro intervento di carattere chirurgico.

Tutte e due le metodologie sono utili per il trattamento di lombalgia cronica. L’importante è che tutto l’iter venga seguito da persone esperte e preparate in questo senso.

Siamo qui per aiutarti



    sino


    sino

    *Servizio attivo durante gli orari di apertura del Centro Medico.

    Centro Medico Privato Lazzaro Spallanzani

    Reggio Emilia, via Fratelli Cervi 75/b, 42124

    Orari

    L-V: 8:30 - 20:30
    S: 8:30 - 14:30

    Numero di Telefono

    800 650 233

    Open chat
    1
    Ciao! Hai bisogno di aiuto?
    Ciao 👋🏻,
    Hai bisogno di maggiori informazioni sul reparto di Terapia Antalgica?
    Clicca su Open Chat ⬇