Per dare il giusto valore, in termini di disagi, ad un problema come il mal di schiena è sufficiente considerare che, almeno una volta nella vita, circa l’80% delle persone hanno accusato problemi a questo relativi. Per assurdo, a condizionare lo sviluppo di questo tipo di problema possono essere attività che, apparentemente tendono a non far sviluppare un intenso sforzo fisico. Questo tipo di attività sono considerate tra le prime responsabili relativamente al mal di schiena. Particolari posizioni assunte durante gli orari d’ufficio, oppure a casa, davanti ad un computer, possono contribuire in maniera piuttosto incisiva allo sviluppo di mal di schiena. Condizioni di stress esasperato che incidono rendendo più aggressivo un dolore legato al mal di schiena a livello lombare.

Questo tipo di fattori sono tra i primi da considerare per lo sviluppo di un mal di schiena anche di forte entità. È indispensabile, in questo senso, dividere questo tipo di sintomi e dolori relativamente alle zone del rachide in cui questi vanno a svilupparsi. È possibile, a riguardo, classificare il mal di schiena in cervicale, dorsale e lombare. Questi tre differenti localizzazioni per il mal di schiena vanno ad agire, appunto, a seconda delle zone in cui si sviluppano. Tra i più classici, relativamente a questo tipo di classificazione, esiste il mal di schiena lombare. Si sviluppa nella zona lombare ed è più frequentemente indicato con il nome di lombalgia.

Le cause del mal di schiena lombare

Tra i tre tipi di mal di schiena, identificati in base alla zona in cui vanno a svilupparsi, le forma lombare e cervicale sono quelle più frequenti e che più possono limitare le capacità motorie di un individuo. Il mal di schiena lombare può essere la conseguenza di differenti fattori ed arriva a svilupparsi in due forme principali, che sono la forma acuta e la forma cronica. Per quanto riguarda la forma acuta è utile evidenziare come questo tipo di dolore sia più legato ad eventi di natura temporanea, in questo è un tipo di dolore che tende a svilupparsi quando l’individuo si trova ad assecondare alcuni movimenti di tipo piuttosto intenso. Una serie di sforzi che possono avere carattere quotidiano.

Dolore Cronico, cos’è e come si sviluppa?

La forma cronica è quella che più di ogni altra interviene in maniera invalidante sul soggetto. Questo tipo di mal di schiena, infatti, tende a svilupparsi gradualmente ed è in grado di persistere nella zona lombare anche per periodi di tempo piuttosto lungi, dai 3 ai 6 mesi. È utile far notare che il mal di schiena a livello lombare può avere differenti cause alla base. Può nascere in seguito a traumi di forte intensità, che vanno a svilupparsi durante l’attività sportiva o per eventi traumatici seguiti ad operazioni di lavoro. Può essere la diretta conseguenza di un’inefficiente struttura muscolare nella zona lombare, oppure può avere origine da fattori terzi, come un’ernia al disco, un campo in cui ancora esistono zone d’ombra da indagare.

Il mal di schiena a livello lombare è uno dei problemi più riscontrati nella società odierna, e non sempre le cause di questo problema sono da collegare ad eventi traumatici, ma molto spesso vanno ricollegate a postura sbagliata e sedentarietà dell’individuo.

Siamo qui per aiutarti



    sino


    sino

    *Servizio attivo durante gli orari di apertura del Centro Medico.

    Centro Medico Privato Lazzaro Spallanzani

    Reggio Emilia, via Fratelli Cervi 75/b, 42124

    Orari

    L-V: 8:30 - 20:30
    S: 8:30 - 14:30

    Numero di Telefono

    800 650 233

    Open chat
    1
    Ciao! Hai bisogno di aiuto?
    Ciao 👋🏻,
    Hai bisogno di maggiori informazioni sul reparto di Terapia Antalgica?
    Clicca su Open Chat ⬇